Loading

Una meta sicuramente molto nota per gli abitanti della zona è il lungolago di Como. Come tutte le città che si affacciano ad un lago, di notte acquista un fascino completamente diverso. Le mille luci colorate che si specchiano nell’acqua scura e misteriosa creano un quadretto eccezionale per un’indimenticabile passeggiata mano nella mano oppure per delle fotografie di sicuro effetto, mentre il leggero sciacquio delle onde appena percepibile fa da cornice nella tranquillità della sera.


View larger map

Il tratto di lago di cui vi voglio parlare si trova nella zona dei giardini, lontano dal rumore e dal maleodorante scarico delle auto che transitano lungo la strada che affianca la piazza centrale. Oltretutto, in quel punto il lago non è nemmeno più visibile (pare solo per il momento), a causa del muro anti-esondazione che è stato eretto a protezione della zona.

Dalla passeggiata è possibile accede anche alla diga Piero Foranea Caldirola, che altro non è se non un muro che si addentra nel lago fino quasi alla sponda opposta, da un lato del quale si estendono alcune banchine galleggianti alle quali sono ormeggiate diverse imbarcazioni. Per la maggior parte di esse si tratta di barche a vela, anche se tra di loro spiccano numerosi motoscafi di una certa importanza. In fondo a questa camminata la stradina si allarga in una minuscola piazzetta rotonda e tranquilla, dalla quale è possibile vedere la skyline della città, nella quale spicca la cupola illuminata del duomo. Da questo punto si ha una visuale privilegiata anche sulle altre sponde del lago, lungo le quali si distinguono con facilità le principali ville illuminate che vi si affacciano.

Ritornando alla passeggiata principale, si può proseguire fino al monumento eretto in memoria di Alessandro Volta (tempio voltiano), molto suggestivo di sera per le pareti di marmo bianco che brillano illuminate delle lampade poste radenti alle superfici. Proseguendo ancora oltre si arriva all’imponente monumento dei caduti e poco dopo all’idroscalo, per infine svoltare e avviarsi verso Villa Olmo.

All’interno dei giardini sono presenti diverse giostrine che non mancheranno di attirare l’attenzione dei più piccoli, in particolare la mini pista di auto e moto elettriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Top