Loading

Il Camino di Santiago è composto da varie vie e quello più famoso è chiamato il “Cammino Francese di Santiago”, chiamato così per la sua partenza in Francia da Sant Yean Pied de Port passando per l’Abbazia di Roncisvalle e attraversando quattro regioni della Spagna: la Navarra, la Rioja, la Castilla y Leon e la Galizia.
Si attraversano città come Pamplona, Burgos, Leon e si arriva a Santiago de Compostela che tradotto significa San Giacomo nel Campo delle stelle, ovvero il luogo dove prima dell’anno mille un pastore trovò il sepolcro di san Giacomo in un campo illuminato dalle stelle.
Il Cammino francese ha una lunghezza di circa mille km se dopo Santiago si va sino a Fisterre, luogo in cui si pensava finisse la terra essendo essa piatta.
Per fare il Cammino oltre ad una preparazione fisica che tutti possono fare è determinante la preparazione mentale, la volontà, la consapevolezza, la forza interiore che ti fa camminare per diversi chilometri, mediamente 25/30 al giorno, per diversi giorni in tutte le condizioni climatiche anche avverse, sapendo che quando arrivi alla tua destinazione serale ti puoi trovare a dormire per terra, in camerate con altri pellegrini con tutto ciò che comporta, a doverti lavare e far asciugare il tuo equipaggiamento che trasporti con il tuo zaino, quindi più comodo vuoi stare più peso devi portare ecc.
Tutto questo e molto altro il pellegrino lo vive come una gioia o una maledizione a secondo del suo stato d’animo interiore e fa si il Cammino diventi uno dei momenti più importanti della propria vita.
Il Cammino ti da’ la consapevolezza di vedere la vita in una maniera diversa, sotto un’altra ottica, con un’altra angolazione e che le priorità “sono” diventate quelle che abbiamo sempre avuto dentro e non abbiamo mai espresso per un’infinità di condizionamenti della società in cui viviamo.
Un Abbraccio, Ultreya

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Top